HIDDEN SICILY FOR CHRISTMAS

08.12.18 San Marco d'Alunzio (Me)

Visita ai Presepi siti all’interno delle chiese e lungo le vie del centro. I prodotti tipici della tradizione aluntina potranno essere degustati e acquistati all'interno delle botteghe allestite lungo il corso principale: pane di casa, salumi nostrani, formaggi, vino, e biscotti della tradizione gastronomica. Saranno fruibili tutti i siti di interesse storico e artistico di uno dei Borghi più belli d'Italia. Sabato otto dicembre a mezzogiorno sarà possibile assistere ad una delle tradizioni più suggestive e antiche del piccolo centro: la processione della sacra famiglia, ossia dell’Immacolata, insieme a San Giuseppe e Gesù Bambino. La sera dell’otto dicembre avverrà l’accensione ufficiale delle luminarie nel corso di uno spettacolo musicale di canti della tradizione popolare.

----------

09.12.18 Maletto (Ct)

Primo raduno zampognari "I suoni del Natale". I ciaramellari di Maletto, con i loro strumenti sono la genuina espressione di un'antica civiltà pastorale e contadina siciliana ed etnea ed evocano il fascino dei tempi passati.

----------

24.12.18 Novara di Sicilia (Me)

Appuntamento con la storia, la cultura e le tradizioni del Borgo. Il presepe vivente viene allestito utilizzando un intero quartiere del paese che ben si presta a questo scopo in quanto conserva integra la maglia architettonica con le sue viuzze suggestive ed i suoi angoli unici e particolari, con la presenza di circa un centinaio tra figuranti e comparse. E’ un viaggio attraverso professioni di ieri e di oggi, attraverso scene di vita vissuta e di vita odierna; le vecchie case vengono riaperte e adibite a scene di vita familiare. Le porte spalancate delle botteghe, agli angoli delle strade, fra le vie del borgo di Novara si aprono scenari che raccontano il mistero della nascita di Gesù. Viuzze ombrose, illuminate da fiaccole, fumo, vivoli e oscurità, senso del mistero e antichità, per scoprire, tra i muri delle piccole case del paese una luce, un calore e poi giungere alla fine a una capanna....ecco la Natività!

----------

26.12.18 Lentini (Sr)

Presepe vivente ambientato nel 1223, anno in cui San Francesco ideò il primo presepe vivente a Greccio, si svolge nel suggestivo scenario dell'area archeologica del Castellaccio, con esibizioni artistiche e degustazioni di prodotti tipici. L'atmosfera e lo scenario saranno tali da rievocare quella notte, nel percorso i visitatori potranno assaggiare prodotti tipici dell'epoca. I ruderi del "Castellaccio" si trovano a sud di Lentini nella parte meridionale del Colle Tirone. Pur essendo di epoca greca il primo impianto della fortificazione, le notizie documentarie più antiche risalgono al 1223, quando Federico II vi relegò i ribelli agrigentini. Nel 1239, l'imperatore diede incarico al Praefectus aedificiorum, Riccardo da Lentini, di riattare il castello costruendo mura e torri. Il terremoto del 1542 arrecò notevoli danni e tuttavia per molti anni ancora il castello mantenne una funzione importante, quella di carcere del comprensorio. Fino al 1675 conservò la tavola del XII sec.della Madonna Odigitria, che perciò venne detta del castello. Fu distrutto quasi del tutto dal terremoto del 1693.

----------

29.12.18 Nunziata di Mascali

Il percorso del Presepe vivente si snoda tra le viuzze del paese di Nunziata di Mascali, durante il quale sarà visitabile l'antica Chiesa medievale della Nunziatella e la Basilica Paleocristiana con annessi mosaici del vi secolo recentemente portati alla luce. Durante la visita sarà possibile degustare prodotti tipici della nostra terra.

----------

30.12.18 Montalbano Elicona (Me)

La magia del Presepe Vivente a Montalbano Elicona che fa di uno dei Borghi più Belli d'Italia il vero cuore pulsante della Natività in Sicilia, tanto da meritare, negli anni, l'ambito premio presepistico regionale quale Miglior Presepe vivente in Sicilia.
Evento consolidato nel tempo, già premiato come migliore Presepe di Sicilia, è diventato elemento rappresentativo dell'identità della comunità montalbanese per il valore riconosciuto alle tradizioni popolari locali. Il Presepe vivente di Montalbano Elicona (ME), di notevole valenza culturale e religiosa ad impatto fortemente turistico, permette l'entusiastico coinvolgimento di bambini, giovani, anziani e immigrati nella rappresentazione degli antichi mestieri riproposti negli ambienti rimasti intatti nel tempo. Le pietre antiche del borgo medievale tornano a vivere nell'atmosfera magica del Natale che, come ogni anno, si veste con la pelle dei pastori, con le tuniche degli artigiani e con costumi broccati d'oriente. Sono case disabitate, ma colme di storia autentica, di quotidianità vissuta dalle famiglie.
Gli abitanti della cittadina duecentesca riportano ogni anno a nuova vita il tranquillo quotidiano di un lontano villaggio, in cui, mentre il pane cuoce nei forni a legna e il fabbro anima le scintille del ferro battuto, mentre nelle antiche botteghe e nei mercatini tornano a far bella mostra di sé ricotte fresche, formaggi e provole e quant'altro rappresenti le produzioni tipiche del luogo, ai piedi del vetusto Castello viene alla luce la speranza. È un intero paese che si trasforma nell'abbigliamento e nelle attività, che in questo angolo montano, circondato dalla magia della riserva naturale Bosco di Malabotta, uno dei boschi più antichi della Sicilia, dai misteriosi Megaliti dell'Argimusco, ritrova nella sua stessa storia e nel suo stesso vissuto le trame della più bella storia del mondo, quella della venuta dell'uomo. Il Presepe vivente è organizzato nella parte più antica del borgo medievale, il quartiere Serro.

----------

01.01.19 Cavagrande del Cassibile (Sr)

XXVI edizione Presepe Vivente di Cavagrande del Cassibile. Ad Avola Antica in provincia di Siracusa proprio nel cuore della Rinomata Riserva Orientata del Cassibile, si rinnova ormai da oltre vent’anni una delle manifestazioni più longeve della Sicilia.
Tradizione, storia e sapori: questi gli ingredienti fondamentali del Presepe Vivente Cavagrande che si svolge nel pittoresco e suggestivo piazzale adiacente alla meravigliosa 'terrazza' che si affaccia proprio sui Laghetti di Cavagrande del Cassibile.
Sono oltre sessanta gli interpreti che animano le varie botteghe di antiche arti e mestieri – come la lavandaia, il fabbro, il falegname, il massaro, le ricamatrici, ect – allestite all’interno delle caratteristiche casette realizzate in legno e in pietra, che si snodano lungo il percorso che attraverserà l’intero borgo ricreato a dovere, fino a giungere alla grotta della Natività.
In questi anni sono state innumerevoli le presenze registrate di visitatori accorsi da tutta la Sicilia, dalle varie regioni d' Italia e anche dall’estero. Un successo che testimonia e gratifica quanti, negli anni, hanno contribuito a realizzare innanzitutto un vero e proprio laboratorio urbano di recupero di antiche tradizioni, saperi e sapori.
Il Presepe Vivente di Cavagrande, è strutturato “a percorso” dove è possibile attraversare i luoghi allestiti scoprendo di volta in volta le varie scene di vita quotidiana di quel tempo. All’interno del Presepe, oltre gli antichi mestieri, è possibile visitare un vero e proprio museo storico culturale del nostro territorio e degustare alcuni prodotti tipici del territorio come la ricotta calda, legumi, olive, vino locale, pane casereccio, ect tutto nel pieno spirito natalizio.

----------

06.01.19 Giarratana (Rg)

Arriva Natale e con esso la XXVIII edizione del Presepe Vivente di Giarratana che fa rifiorire le stradine del quartiere storico "Cuozzu.
Il Presepe Vivente di Giarratana è unico nel suo genere: la location, l'atmosfera che si crea, l'amore che i personaggi volontari mettono nella rappresentazione. Oltrepassato l'ingresso del Presepe Vivente di Giarratana, i visitatori saranno catapultati indietro nel tempo, e si ritroveranno a passeggiare per le strade di Giarratana com'era all'inizio del XIX secolo. Affacciandosi agli usci dei vari ambienti, saranno spettatori di veri e propri quadri viventi e rivivranno mestieri, usi e costumi del tempo che fu: la famiglia che si riunisce intorno al focolare, gli uomini che si fermano a bere in osteria dopo la giornata di lavoro sui campi, il mercato di frutta e verdura, le ragazzine che si recano dalla sarta ad imparare l'arte del ricamo e del cucito, le donne indaffarate ad impastare la pasta e il pane e poi le lavandaie, il falegname, il mugnaio... Ai piedi del Castello dei Settimo gli ambienti teminano ed inizia la strada in salita che porta all'area denominata "Campo Grotta", la stradina è illuminata solo dalle fiaccole, è silenziosa e priva di "quadri viventi", questo breve percorso stacca dall'ambientazione di fine '900, e dopo aver offerto una meravigliosa vista panoramica sul paesino, fa fare un ulteriore salto indietro al visitatore, che si ritroverà ai tempi di Gesù, tra i pastori, in una ormai breve passeggiata fino ai ruderi del Castello, dove si troverà a contemplare insieme ai re Magi l'ultimo e il più sacro quadro vivente: la Natività.
L'edizione del Presepe Vivente di Giarratana 2013/2014 è stata premiata come "Miglior Presepe Vivente della Sicilia". Le edizioni Presepe Vivente di Giarratana 2014/2015 e 2015/2016 sono stata premiate come "Miglior Presepe Vivente d' Italia". Sono state conferite, a livello Nazionale, le alte onorificenze di "Cavalieri del Santo Presepe d'Italia". Inoltre il Presepe Vivente di Giarratana è il primo e ad oggi unico Presepe Italiano ad essere stato riconosciuto di "Interesse Internazionale".